You are currently browsing the tag archive for the ‘adattamento’ tag.

La terza giornata in programma, sabato 21 febbraio, è stata tenuta da Lorenzo Raggioli, grafico e responsabile di produzione per diverse case editrici di fumetti.

La giornata ha completato la panoramica delle fasi di lavorazione del fumetto, iniziata nella lezione precedente, entrando nel dettaglio delle parti più tecniche: lettering, adattamento, impaginazione.

Dopo la consegna della traduzione, questa viene editata (cioè rivista e corretta dall’editor/redattore della pubblicazione) e letterata. La fase successiva è la correzione bozze, che avviene sul lavoro già impostato graficamente.

Sulla base dei contenuti riepilogati nel timone, viene poi assemblato il menabò, una guida per la tipografia composta da tutto il materiale passato attraverso le varie fasi di correzione.

La tipografia elabora il materiale ricevuto dalla casa editrice in un documento pdf, da cui realizza la cianografica, la bozza finale su cui si effettuano gli ultimi controlli prima dell’incisione delle lastre per la stampa.

In tutte le fasi, le pubblicazioni originali del fumetto a cui si sta lavorando rappresentano il termine di paragone per tutti controlli del caso: difformità nei colori, font, posizionamento dei testi e così via.

La seconda parte della lezione ha approfondito la parte tecnica della produzione, con numerosi esempi dei vari stadi di lavorazione.

Il letterista americano compie un lavoro molto grafico: riceve dal disegnatore schizzi o layout, sulla base dei quali imposta la pagina, in cui crea e inserisce tutto ciò che non è disegno.

Per i fumetti originalmente americani, il letterista italiano riceve un file con le immagini (cioè i disegni della storia a fumetti, già a colori se lo è l’edizione) e un file EPS, contenente balloon, didascalie e onomatopee con i testi originali. Il suo compito è più meccanico: assemblare il materiale, inserire i testi tradotti e compiere gli adattamenti necessari.

Non sempre vengono fornite indicazioni specifiche e quando necessario il letterista agisce in base al suo giudizio e gusto personale, proponendo delle soluzioni che verranno poi valutate nelle successive fasi di correzione.

Uno dei programmi di impaginazione più usato dai letteristi italiani per assemblare testo e immagini è QuarkXPress, mentre i letteristi americani utilizzano Adobe Illustrator, con cui creano balloon e didascalie.  Per l’elaborazione delle immagini è invece è di uso comune il diffusissimo Adobe Photoshop.

Nel caso del fumetto giapponese i materiali forniti spesso contengono già i testi originali, che devono essere rimossi dal letterista, lavorando direttamente sull’immagine.

Nel manga lettering e adattamento sono considerati distintamente.
In particolare, nella gestione delle onomatopee è considerato lavoro di lettering inserire una nota con la traduzione vicino all’onomatopea originale, mentre l’adattamento grafico, più complesso, consiste nel ridisegnare l’onomatopea giapponese, oppure nel ricrearla utilizzando un font.

Sempre più spesso molti fumetti vengono prodotti in comune da più case editrici per abbattere i costi di stampa. Queste coproduzioni partono dal presupposto che l’unica differenza nel prodotto sia il lettering, quindi la lastra del nero, mentre quelle a colori (magenta, ciano e giallo) siano comuni.

Il documento per la lavorazione è quindi unico per tutti i prodotti ed è la base per la tipografia.

In questo caso le indicazioni per la realizzazione del volume sono ben definite e devono gestire tutte le situazioni particolari, perché tutto sarà traducibile ma non tutto sarà adattabile.

Annunci

È online il programma del modulo delle “giornate manga” condotto da Marco Tamagnini, art director e responsabile di produzione di Kappa Edizioni, che si occuperà del processo complesso e delicato del lettering/adattamento dei manga, due operazioni che vanno di pari passo e che non sempre ha senso distinguere.

Nei prossimi giorni pubblicheremo i moduli restanti, a cura di altri due rappresentanti di Kappa Edizioni, Andrea Baricordi (responsabile manga) e Vincenzo Sarno (responsabile marketing).

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Mar    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

I post del mese

Visite

  • 45,496 hits

Categorie